THE NIHILIST ABYSS

eterno ritorno

“Miserable and ephemeral offspring, child of chance and pain, why do you compel me to tell you what you‗d better not hear? The best is absolutely unreachable to you: not to be born, not to be‗, to be noth-ing. But secondly the best thing for you is to die soon.”

Dialogue between King Midas and the Sile-nus demon

The Birth of Tragedy‗ F. Nietzsche.

The nothingness wraps our thoughts.
The nothingness turns our thoughts.
The nothingness changes and nods our thoughts in a chaotic spiral in the absence of a codified form.

Continua a leggere “THE NIHILIST ABYSS”

BARATRO DELL’ANTICRISTO

DAL BARATRO ANTICRISTIANO NIETZSCHIANO, UNO PROFONDO POEMA DI “ANTICO SPIRITO DIONISIACO”- AFFINE NICHILISTA TERRORISTA!

La Visione concessa dall’oscurità assoluta  attraverso le catacombe della vita, dissolvenza.

Baratro dell’Anticristo, profezie oscurate;
La veduta del Signore è la morte dei suoi fedeli servitori, soffocati da mille serpenti dei più sanguinosi.

Le preghiere inaridite ora soffocano sotto il Signore. Sotto il suo nome del loro Dio.
Baratro dell’Anticristo, profezie oscurate;

Continua a leggere “BARATRO DELL’ANTICRISTO”

IL BOSCO BRUCIA – UN DIBATTITO AMORALE

VERTIX

Oh!

Non sono solito segnarmi date sul calendario,sfortuna vostra ho una memoria di ferro,ma ammetto che questa – se ce ne fosse stata l’Abitudine- non sarebbe da trascurare.

Continua a leggere “IL BOSCO BRUCIA – UN DIBATTITO AMORALE”

L’ORDINE CRIMINALE

ELORDINE

EGO ISTI CAMENTE

TRADOTTO IN AFFINITÀ EGOISTA DALL’AFFINE NICHILISTA “VIA NEGATIONIS”

PUBBLICO IN AFFINITÀ EGOISTA UN TESTO CHE SMUOVE LE COSCIENZE DI CHI LOTTA CONTRO LE MEDIOCRI E FALLACI ISTANZE SOCIALI!
CHI LOTTA PER L’UNICO È LA SUA PROPRIETÀ, CHI NON DA ASCOLTO AL POVERO NELLA MANO DEL POVERO, CHI ATTACCA INDISCRIMINATAMENTE!
E AFFERMO A CHI HA SCRITTO IL TESTO: ANNIENTATE ANCHE -SE CÈ -IL RIVOLO DELLA COSCIENZA-RIMASTO SEPOLTO NEL SUBSTRATO DELLA COSCIENZA!
PER L’UNICO UNICISTICO DISTRUTTORE!

L’ordine criminale della civiltà, dipende dal sonno maledetto del progresso, dell’uguaglianza, del “voto utile.” All’ordine non conviene mai che la massa esca dalla narcosi che illude la deplorevole esistenza alla quale è soggetta. Il mondo nel quale viviamo, è l’Inferno dell’individuo, dove l’Uomo preferisce sacrificarsi per ogni causa estranea a se stesso, sacrificarsi per astrazioni come eserciti di topi, offrendo alla sua irreale esistenza un carattere sublime, quasi religioso, protetto dalla cultura dominante. Siamo in guerra, l’ordine criminale non perdona la dissidenza.

Continua a leggere “L’ORDINE CRIMINALE”